Bitcoin

3 motivi Il prezzo del Bitcoin è stato rifiutato a 11.500 dollari – e cosa viene dopo

Il prezzo di Bitcoin ha rifiutato $ 11.500 in un rapido calo dei prezzi a fianco di pantaloncini in aumento su BitMEX e il crollo delle azioni degli Stati Uniti.

Il prezzo del Bitcoin (BTC) è sceso rapidamente dopo aver superato gli 11.500 dollari su Binance tra il 14 e il 15 ottobre. Nel giro di due ore, è sceso a 11.280 dollari, registrando un calo del 2,3%. Dopo la caduta, gli analisti si aspettano un altro piccolo ritiro a breve termine.

Tra i tre fattori che probabilmente hanno causato il rigetto ci sono un sell-off su BitMEX, un livello di resistenza maggiore e il ritiro del mercato azionario.

Bitcoin è sceso non appena il Dow Jones è crollato

Il 14 ottobre, la media industriale Dow Jones Industrial Average (DJIA) è scesa dello 0,58%, dopo aver inizialmente registrato una leggera impennata. Mentre l’andamento del mercato azionario statunitense iniziava a cambiare, la Bitcoin ha registrato un forte calo. Nel giro di 15 minuti, BTC ha visto un calo dell’1,15% da 11.518 a 11.370 dollari.

Secondo i dati di Skew, la correlazione tra Bitcoin e S&P 500 è aumentata nelle ultime settimane. Al contrario, la correlazione realizzata tra BTC e l’oro è diminuita considerevolmente nelle ultime tre settimane.

I dati suggeriscono che il Bitcoin è attualmente percepito più come un asset a rischio che non un asset da rifugio sicuro. Resta da vedere se questo lascia BTC vulnerabile per un pulllback in mezzo a una flessione del mercato azionario nel quarto trimestre, dopo un Q3 forte.

BitMEX sell-off

Alcuni analisti a catena hanno notato un picco nella pressione di vendita proveniente da BitMEX, con importanti pantaloncini di mercato in arrivo. Prima che si verificasse il calo iniziale da 11.540 a 11.280 dollari, molti contratti short multimilionari sono apparsi su BitMEX.

Di conseguenza, l’interesse aperto di BitMEX è salito da circa 397 milioni di dollari a 414 milioni di dollari, quando si è verificato il calo dei prezzi.

Il livello di 11.500 dollari è diventato un’area di resistenza

Il ripetuto rifiuto dell’area da 11.500 dollari l’ha trasformata in un livello di resistenza tecnica a breve termine. In seguito alla lotta di BTC per superare gli 11.500 dollari, i trader hanno iniziato a riflettere sulla possibilità di un calo al di sotto dei 10.900 dollari.

Michael van de Poppe, un trader a tempo pieno alla Borsa di Amsterdam, ha dichiarato che la zona di supporto da 11.300 dollari rimane il livello più critico. Un calo al di sotto potrebbe mandare BTC a 10.600 dollari, ha detto Poppe, spiegando:

„Il punto di vista rimane lo stesso. Se si mantiene qui e il mercato potrebbe continuare a muoversi verso l’alto. Perdendo quest’area, punterò a 10.900 e poi a 10.600 dollari“.

Tuttavia, la prospettiva a medio termine di Bitcoin rimane positiva, sostenuta da indicatori ottimistici a catena. I ricercatori di Glassnode hanno scoperto che il 14% dell’offerta di BTC è detenuto in indirizzi di accumulo.

Il numero crescente di investitori che detengono Bitcoin, probabilmente per una strategia d’investimento a più lungo termine, è un catalizzatore significativo per BTC che si dirige verso il 2021. I ricercatori hanno detto:

„L’accumulazione di Bitcoin ha avuto una costante tendenza al rialzo per mesi. 2,6M $BTC (14% dell’offerta) sono attualmente detenuti in indirizzi di accumulazione. Gli indirizzi di accumulazione sono definiti come indirizzi che hanno almeno 2 tx in entrata e non hanno mai speso BTC“.

La confluenza di rifiuti ripetuti a partire dallo stesso livello di resistenza rappresenta una tendenza a breve termine che si sta indebolendo. Ma nei prossimi mesi, vari punti di dati a catena suggeriscono la probabilità di una forte ripresa del mercato.

Back To Top